Storia del
Miele

La parola miele deriva dall’ittita melit, mentre le prime arnie costruite dall’uomo risalgono al VI millennio a.C.

Già nell’antico Egitto, esistevano gruppi di apicoltori che si spostavano lungo il Nilo per seguire, insieme alle proprie arnie, la fioritura delle varie piante.

Inoltre, grandi vasi contenenti miele venivano posizionati accanto alle mummie per accompagnare i defunti nel loro viaggio nell’aldilà.

Come se non bastasse, ricette a base di miele erano utilizzate in ambito medico per curare i disturbi digestivi e produrre unguenti per piaghe e ferite.

Anche i Sumeri utilizzavano il miele ma per scopi cosmetici, mescolandolo ad argilla, acqua e olio di cedro, mentre i Babilonesi lo usavano in cucina per la preparazione di focaccine a base di farina, sesamo, datteri e miele.

Le prime leggi a tutela degli apicoltori e contro il furto di miele dalle arnie si trovano nel Codice di Hammurabi, una raccolta di leggi scritte stilata durante il regno del re babilonese Hammurrabi.

Per gli antichi Greci il miele era considerato il “cibo degli dei” e Pitagora lo raccomandava come alimento per una vita lunga e in salute mentre i Romani lo utilizzavano come dolcificante, conservante alimentare, base per salse agrodolci e per la produzione di idromele e di birra.

Il miele aveva un ruolo centrale anche nell’alimentazione medievale ed era usato soprattutto come dolcificante e agente conservante.

Prova il nostro miele biologico.
Sano e Genuino, Come una Volta

Miele Bosco

16.5031.40
Le gemme di pino mugo arricchiscono il miele di acacia bio donandogli un gusto unico. Il nostro miele “BOSCO” con gemme di Pino Mugo è il perfetto incontro tra il miele di Acacia bio ed il ramoscello di pino, da noi raccolto a circa 1800-2000 m, in luoghi incontaminati sulle nostre Alpi italiane. Ne deriva un sapore unico, così particolare che diventa apprezzatissimo anche dai più piccini. Gli aghi e le gemme di pino mugo sprigionano la loro resina sotto la pressione del miele dandone il caratteristico gusto balsamico di montagna. E’ un grande alleato della stagione invernale, un aiuto incredibilmente efficace verso tutti quei disturbi legati al freddo e all’abbassamento della temperatura. Le gemme infatti sono conosciute fin dall’antichità come “toccasana”, non a caso questa pianta è entrata velocemente nelle ricette di sciroppi ed erboristerie.

Miele Lingotto

10.9023.20
Il classico miele di acacia bio, poco aromatico, neutro, delicato e che piace a tutti. Il nostro classico miele di Acacia Bio, che, a differenza di altri mieli uniflorali, piace a tutti, perché è poco aromatico, neutro e delicato!

Miele Cometa

15.4630.36
Ottenuto mettendo in infusione anice stellato nel miele di Acacia Bio, ha un sentore di liquirizia. La “COMETA” è ottenuta mettendo in infusione anice stellato intero nel nostro miele di Acacia Bio. Le stelle di anice hanno proprietà digestive, mentre il miele di acacia è da sempre un forte antibatterico con proprietà disintossicanti per il fegato. Il suo odore è di media intensità, ricorda l’anice e la liquirizia. Consistenza liquida, colore chiaro, aggiunge al sapore dell’acacia, note vanigliate con sentore di liquirizia.

Miele Rosemary

15.0130.07
L'aggiunta di uno o due rametti di rosmarino di campagna rende unico il miele di acacia bio. Il nostro Rosemary si ottiene aggiungendo al miele di Acacia Bio, uno o due rametti di rosmarino di campagna. E’ un prodotto naturale dalle diverse proprietà benefiche. Possiede proprietà depurative, toniche ed epatiche e grazie al suo sapore unico, può essere utilizzato come dolcificante naturale. Il rosmarino svolge una doppia azione benefica sul fegato: riparatrice e depurativa. Svolge un’azione cicatrizzante e lenitiva per i tessuti infiammati e danneggiati del fegato, donando all’organo maggiore energia e favorendo l’eliminazione delle tossine. Il Miele al Rosmarino amplifica le proprietà protettive e disintossicanti del miele, rendendolo un rimedio naturale per depurare il pancreas e il fegato.